Educazione, genitori non si nasce

L’Educazione inizia nella vita prenatale, quando il bambino vive le sue prime interazioni con la madre, le prime percezioni che lo preparano alla relazione con il mondo.

In questa delicata fase, i genitori possono già agire favorevolmente per il suo sviluppo, vivendo nella mindfulness, educandosi cioè ad una sana vita interiore cercando l’armonia nei pensieri e nei sentimenti.

La grandezza della personalità umana comincia quindi ancor prima della nascita, ma poi i primi due anni di vita saranno particolarmente importanti. Studi scientifici dimostrano che i bambini piccoli sono dotati di eccezionali capacità psichiche.

Il bambino è instancabile nella sua auto-educazione.

Il bambino è continuamente attivo, predisposto ad assorbire e potenziato dalle attività educative quando sono adeguate. Per Maria Montessori la “mente assorbente” del bambino è uno stato mentale inconscio creativo.

L’educazione è un processo naturale che si evolve mediante l’esperienza diretta del mondo circostante.

E’ il bambino che sviluppa le proprie capacità. L’attenzione dei genitori e degli educatori è quella di predisporre ambienti educativi accoglienti e stimolanti la sua crescita. Il compito educativo non è plasmare i figli, ma acquisire la giusta sensibilità per riconoscere i loro bisogni e non inconsapevolmente soddisfare quelli propri.

Nella relazione educatore – bambino esiste il concetto di ‘soglia d’intervento’.

Per Maria Montessori “l’adulto deve fare quel tanto affinché il bambino possa agire da solo: se fa meno del necessario, il bambino non può agire utilmente, se fa più del necessario, e perciò s’impone e si sostituisce al bambino, spegne i suoi impulsi fattivi”.

Genitori non si nasce.

E’ necessario educarsi alla relazione, istruirsi, allenarsi con continuità e dedizione, amore e pazienza, per coltivare un insegnamento verso i figli che sia scuola di vita e scoperta di sé.
Favorirne il continuo cambiamento tramite un apprendimento che sia pieno impiego della loro intelligenza generale.

Maurizio Montesano counseling e coaching.

Lascia un commento