L’amore è anche libertà

Nella relazione, l’amore può anche contenere l’idea che il partner prenda un’altra strada.

Sono fiducioso che una coppia abbia la possibilità, se lo vuole veramente e s’impegna, di risolvere i disagi che si dovessero creare nella relazione. Ma se la coppia non riesce più a crescere insieme e non si ha la comune e chiara volontà di trovare nuove idee e strumenti che possano nuovamente consentirlo?
Se hanno provato veramente a produrre un cambiamento ma senza riuscirci? Un partner lo desidera ma l’altro no? Anzi il rapporto oramai crea un reale disagio nel partner o in entrambi che rischia di minare anche la loro salute psico-fisica e quella dei figli?

Se questo accade, è necessario ricordare a se stessi che l’amore porta con sé anche il sentimento della libertà. La libertà di lasciare che l’altro possa seguire la sua strada, senza pretendere un legame che stia insieme a “tutti i costi” e che potrebbero essere alti come spesso lo sono.

Il sentimento di libertà è una condizione dell’amore e quando manca al suo posto c’è il possesso, un bisogno che costringe la mente nel pensiero ripetitivo e ossessivo che senza lui o lei non si possa vivere e che, nel tempo, ottenebra il cuore generando recriminazioni.

L’amore è un bisogno naturale ma anche un valore. La sua finalità è aiutarci a crescere nella capacità d’amare, ricordando che la vita è soprattutto un percorso educativo per migliorare se stessi.

Anche nelle coppie giovani che hanno molta vita innanzi, lui o lei (a volte entrambi), nonostante i “segni” chiari e ripetuti di una relazione che oramai non porta più alcun frutto, rimangono nella lenta aspettativa di un ‘qualcosa’ che curi il rapporto o convinca il partner a continuarlo. Ciò può avvenire ma facilmente, dopo un tempo e senza una trasformazione del disagio, si manifestano nuovamente i “segni” precedenti.

Quando sussistono le condizioni di una relazione manifestamente giunta al termine, il sentimento deve consentire all’altro di fare la sua strada, di seguire i suoi intendimenti, con pensieri e emozioni benedicenti tutto quello che di bello si è vissuto insieme e con ottimistica speranza di un nuovo presente e futuro.

Buona vita.

Maurizio Montesano counseling e coaching.

Lascia un commento