La Speranza: cos’è?

La SPERANZA non è l’attesa di un futuro migliore ma avere la visione sempre più chiara sullo scopo della nostra vita e sulle capacità e risorse per raggiungerlo.

La speranza si nutre con l’amore per se stessi.

Qual è il valore di te come persona, partner, amico, collega, genitore, figlio…?
Chiunque tu sia, qualunque ruolo e funzione tu abbia nella vita familiare e sociale, la tua ricchezza è data dall’amore che hai per la tua crescita personale e la consapevolezza di riconoscere chi sei e cosa potresti essere.

La speranza è la capacità di attrarre l’amore.

Tutto ha inizio da te, dalla direzione che dai alla tua vita, dalla capacità di cercare e trovare con continuità una dimensione interiore e esteriore sempre più soddisfacente e felice.
Quanto più sei disponibile all’amore, anche quando la vita ti presenta difficoltà inattese, quanto più sei flessibile e pronto nel cercare nuove possibilità di crescita e di relazione, la bellezza dell’amore viene a te.

Non cedere al sentimento di abbandono, tutto può avere un nuovo inizio.

La speranza è comprendere che se le cose terminano, altre migliori possono accadere.
Ricordiamo che l’amore non finisce, non appartiene in modo assoluto a quella determinata situazione, a quell’uomo o quella donna. Possiamo amarci e amare per contenere un amore ancor più grande e vivere nuove possibilità, ricordandoci che la finalità della vita è migliorare, educarsi.

La speranza è abbracciare il cambiamento.

Accade che rimaniamo ancorati ad un passato che non esiste più, vogliamo rivivere relazioni ed emozioni non più attuali.
La comprensione da acquisire è che in ogni situazione c’è sempre un possibile nuovo inizio, possiamo seminare nel presente nuove intenzioni per relazioni migliori e più profonde.
Se abbracciamo con consapevolezza il cambiamento non c’è limite al meglio.

Le credenze bloccanti: “mi sento solo, non posso, non riesco…”

Sono convinzioni radicate nella nostra memoria razionale e emozionale provenienti dalle influenze del passato e che a volte incessantemente ripetiamo a noi stessi rendendole vive anche nel presente.
Anche la semplice domanda: “Perché hai questo pensiero, questa emozione?” può interrompere questo ripetitivo meccanismo della mente e della memoria e aprire un’altra visione sulla nostra vita.

La speranza per te stesso sei TU.

Impegnati a dare amore alla tua vita, comunque e sempre. Riconosci che c’è sempre la possibilità di avere una relazione con se stessi e con gli altri migliore di quelle precedenti.

Cerca ciò che ti può aiutare a realizzare quanto di meglio desideri.

Maurizio Montesano counseling e coaching.

Lascia un commento