Il tuo carattere, le credenze

Spesso capita di sentire: “Io sono fatto così, questo è il mio carattere!”? E magari con in aggiunta: “E non ci posso fare niente!”?

Come si forma il carattere?

Dal latino “character”, “impronta, marchio, segno particolare”, è l’insieme delle caratteristiche individuali e delle disposizioni psichiche che distinguono un individuo, è ia modalità usuale con cui ci relazioniamo con noi stessi e gli altri. 

Il carattere è l’insieme dei significati che abbiamo dato alle nostre esperienze, delle convinzioni che nel tempo sono diventate credenze.

Come si formano le credenze?

Le credenze si formano in base alle influenze che ognuno di noi riceve sin dall’infanzia.

Sono le influenze che riceviamo come genetica e dalla famiglia, quelle extra-famiglia dalla scuola, amici, letture, ecc. . Nel tempo, esse sono così forti che diventano il nostro modo di pensare (ad esempio, ragioniamo come nostra madre o padre, o come i nonni), di sentire o di relazionarci (ad esempio, si ha lo stesso modo di agire degli amici che frequentiamo o di un personaggio letterario o cinematografico).

Il tuo carattere? Attenzione ai condizionamenti della memoria.

L’attività cognitiva e i comportamenti di molti di noi oscillano frequentemente all’interno delle influenze ricevute.

“La memoria non è solo ciò che consciamente ricordiamo del passato, ma anche come gli eventi passati influenzano il presente e le risposte future. Le esperienze precedenti, seppur non le ricordiamo, modellano il nostro modo di comportarci e di avere rapporti con gli altri”.

Carattere e cervello.

Nella vita, spesso ciò che fa la differenza è la capacità di utilizzare l’intero potenziale nascosto del cervello. Dalla nascita, il nostro cervello accumula veri e propri programmi mentali: istruzioni che ci dicono cosa fare e pensare in ogni situazione e che, con il tempo, iniziano a essere eseguite in modo automatico (a livello inconscio). Un meccanismo che ci permette di imparare e fare sempre più cose.

Ma se nel nostro cervello girassero le istruzioni sbagliate?

Ti è mai capitato di dire: “Ecco, lo sapevo che andava così!” Ed è andata così proprio perché lo sapevi! I Programmi Mentali sono auto confermanti: ciò significa che qualsiasi cosa pensi diviene la tua realtà. 

“Due amici camminano insieme: uno pensa che il mondo sia un posto amorevole, l’altro che sia pericoloso. Improvvisamente una macchina sbanda e rischia di investirli, solo all’ultimo riescono a schivarla. Cosa dirà il primo? Questo conferma ciò che penso, il mondo è proprio un posto amorevole, ci siamo salvati per miracolo. Cosa dirà il secondo? Questo conferma ciò che penso: il mondo è proprio un posto pericoloso, c’è mancato poco che morissimo… .

 Chi ha ragione dei due? In base ai loro programmi mentali hanno entrambi ragione. E da quei programmi mentali scaturiranno decisioni diverse, futuri diversi, destini diversi.

Prenditi cura di te. Amplia la visione che hai di te stesso, scopri le tue potenzialità, sii tu a creare il tuo futuro.

Maurizio Montesano counseling&coaching.

Lascia un commento