Il Cambiamento è la natura della vita

A quale tipologia di persone apparteniamo?
Siamo tra le persone che pensano e dicono: “Io sono fatto così e non ci può essere cambiamento”?
Oppure: “Osservo me stesso per scoprire in cosa e come posso migliorare”?

Le prime rimangono in una condizione di stasi, precludendosi la possibilità di una vita migliore, di un benessere (essere al meglio). Le seconde creano le condizioni e prefigurano, ogni giorno, passo dopo passo, la conquista del cambiamento, un loro stato d’essere complessivo più vitale e efficace.

Cos’è il cambiamento?

Alcuni, per mancanza di conoscenza, hanno timore del cambiamento perché temono di perdere le proprie certezze, i punti di riferimento. Dalla legge fisica: “Nulla si crea, nulla si distrugge, tutto si trasforma”, sappiamo che il cambiamento è “inevitabile”, è la natura stessa della vita. Il cambiamento è trasformazione!
Nessun tipo di energia, compresa la nostra, è perduta o dissipata ma si trasforma in altro. Cambiare non è perdere, ma è acquisire una visione e consapevolezza di se stessi e della vita più ampia, grazie alla quale accogliere e contenere meglio il nostro passato e presente.

Come si genera il cambiamento? È necessario conoscere tre aspetti fondamentali.

Il cambiamento si genera con l’impegno, acquisendo la consapevolezza di:

  1. Ciò che realmente siamo oggi.
  2. Cosa intimamente desideriamo essere.
  3. Come realizzare una vita consapevole.

Qual è la misura del cambiamento? È la relazione.

La vita è relazione e la qualità delle nostre relazioni sono uno specchio della nostra vita quotidiana.
Per relazione non s’intende solo un rapporto di media/lunga durata, ma anche un’interazione di pochi istanti genera “relazione” e produce effetti tra le persone.

Se migliora la nostra capacità di relazione si attesta che c’è miglioramento nel nostro modo di pensare, di sentire e di agire.

La relazione tra le persone è definita dalla comunicazione.

Ogni nostra azione comunicativa comporta l’impegno di essere attenti a tre aspetti:
il contenuto, cioè quale informazione contiene il messaggio;
la modalità, cioè il modo con cui il messaggio è trasferito;
la ragione, cioè cosa si desidera comunicare.

Maurizio Montesano counseling e coaching.

Lascia un commento