Cervello e cambiamento, la mente crea il nostro destino

PERCHÉ CERVELLO E CAMBIAMENTO SONO STRETTAMENTE CONNESSI? Perché la mente è determinata dalle connessioni dei 100 miliardi di cellule nervose e il suo stato influenza fortemente le nostre azioni e comportamenti.

Aiuta il tuo cervello a migliorare la tua vita!

Il cervello possiede gli strumenti sia per rimediare al disagio prodotto da esperienze fastidiose e ostacolanti la nostra crescita personale, sia per accogliere nuovi apprendimenti capaci di generare un destino migliore.

Prendendosi cura della mente, il cervello può vincere anche le paure, l’ansia, lo stress, forme di demotivazione, ricevendo le giuste istruzioni può attivare gruppi di cellule nervose che generano una condizione di noi stessi migliore di quella precedente.

Tutto ciò che è in noi, cosa ricordiamo, sentiamo, impariamo e pensiamo definisce ciò che siamo e che saremo.

Cervello e cambiamento sono un processo in continua elaborazione, anche in età adulta.

Nell’arco della nostra intera esistenza, in alcune aree cerebrali nascono nuovi neuroni: ad esempio, nell’area che riguarda l’apprendimento, la memoria e le emozioni.
Il segreto è inserire nella nostra routine quotidiana azioni innovative capaci di riorganizzare e migliorare la condizione della nostra mente e della nostra vita.

La parola e il pensiero hanno effetti reali nella mente perché generano processi chimici che creano una qualità di attitudini simile a ciò che stiamo pensando.
I pensieri d’incertezza ci rendono timorosi, quelli sul coraggio ci inducono all’azione.

La meditazione, ad esempio, aiuta la nostra mente a creare un futuro positivo.

Possiamo avere una vita casuale non felice, creata da pensieri ripetitivi, anche inconsci, che ci irrigidiscono o una vita intenzionale prodotta da pensieri creativi che rendono la vita più gioiosa e rilassata, più produttiva.

La meditazione è una tecnica di coaching che se ben eseguita influenza positivamente cervello e cambiamento. La sequenza meditativa aiuta il cervello a portarsi dallo stato mentale Beta a quello Alfa, cioè dalla mente conscia, analitica e sovraeccitata verso la mente subconscia, rigenerativa e rilassata.

Nello stato mentale Alfa, con una frequenza vibratoria più bassa, il cervello attiva nuovi processi creativi che riorganizzano la nostra vita, ripensandola e rinnovandola positivamente.

Nella condizione di minor eccitazione, la nostra mente è meno caotica, incontra meno pensieri e di miglior qualità, e un’emozione che ci apre alla speranza e fiducia.

E’ possibile che ‘cervello e cambiamento’ siano condizioni favorevoli per la nostra vita, ma bisogna volerlo.

Richiedi un colloquio conoscitivo gratuito.

Lascia un commento